cookie COOKIE Per offrirti una migliore esperienza di navigazione, il sito utilizza dei cookies. Continuando la navigazione nel sito ne autorizzi l'utilizzo.
Vuoi sapere quali cookie sono utilizzati?
Clicca qui per accedere alla cookie policy

Una filiera solidale

La tempesta Vaia ha rappresentato il più grave danno alle foreste italiane da sempre interessando il Nord Est, l’area più importante per la selvicoltura del nostro paese. Ha colpito l’opinione pubblica italiana, che in genere non ha molta attenzione per le nostre foreste, con l’eccezione degli incendi estivi, e per il legno. Varie associazioni in contatto con PEFC – Programma per il Riconoscimento degli schemi di certificazione forestale (si contano circa 880.000 ettari di foreste e 1100 aziende certificate in Italia) hanno chiesto cosa potessero fare per contribuire al ripristino delle foreste danneggiate: l’Italia nei momenti del bisogno partecipa, vuole aiutare e da qui è nato il progetto FILIERA SOLIDALE PEFC.

Il bosco nelle aree montane ha molte funzioni: protegge il territorio da frane e valanghe, regola il ciclo dell’acqua, protegge il clima e la biodiversità, accoglie ricreazione e determina il paesaggio; produce legname, dando reddito al proprietario e lavoro alla comunità, alimentando una produzione sostenibile di legno e di energia. Queste funzioni sono compatibili fra loro, come testimoniato dalle foreste più belle e famose (in Trentino: Paneveggio, val di Fiemme, val Noana, val Campelle…), tutte soggette ad una gestione plurisecolare improntata a criteri di rigorosa sostenibilità.

 

Filiera Solidale propone alle aziende di lavorazione del legno di acquistare materia prima proprio dalle foreste danneggiate con la tempesta Vaia, contribuendo così al loro ripristino. Il legno viene tracciato attraverso la filiera con un sistema di garanzia controllato da Organismi di certificazione accreditati e chiede ai consumatori privati, associati e pubblici di favorire i prodotti realizzati con il legno di Vaia. L’uso del legno di Filiera Solidale PEFC diventa così un’espressione di solidarietà concreta per il settore colpito dalla forte riduzione dei prezzi a seguito di Vaia. Con questo sono stati realizzati vari gadget, strutture turistiche e architettoniche diverse, prodotti di largo consumo.

 

Francesco Dellagiacoma e Tiziano Delpero, PEFC Italia

 

per informazioni: Tiziano Delpero filierasolidale@pefc.it tel 340 951 5410 www.filierasolidalepefc.it