cookie COOKIE Per offrirti una migliore esperienza di navigazione, il sito utilizza dei cookies. Continuando la navigazione nel sito ne autorizzi l'utilizzo.
Vuoi sapere quali cookie sono utilizzati?
Clicca qui per accedere alla cookie policy

Legami che non si spezzano

Silvia e Andrea si sono legati in matrimonio lo scorso ottobre, più precisamente il 19 ottobre, quasi esattamente un anno dopo la notte di Vaia. Per il loro matrimonio hanno deciso di trasformare le bomboniere per gli ospiti in una donazione per Trentino Tree Agreement. Un gesto generoso dovuto al profondo legame che c’è fra loro e il Trentino.
Li abbiamo incontrati durante una delle visite guidate organizzate nella Foresta di Paneveggio, per scoprire i lavori di ripristino e di sviluppo della foresta ferita e abbiamo chiesto loro di raccontarci da dove è nata l’idea di questo gesto.

 

 

Silvia e Andrea si guardano complici, con occhi brillanti, l’un l’altra.

Parlano con noi senza imbarazzo e con una certa sicurezza, quella un po’ tipica di chi è giovane, energico, convinto delle scelte che ha fatto. Anche se tutti e due nascono e crescono nella provincia di Verona, entrambe hanno una parte delle loro radici in Trentino. Silvia ha sempre trascorso qui le vacanze con la famiglia. I nonni, i genitori, i cugini: la valle di Fiemme era ed è rimasta per lei come una seconda casa. Andrea invece ha conosciuto il Trentino partecipando ai programmi dei campeggi estivi organizzati dalla sua comunità. Ed è proprio qui che nasce il legame con Silvia, nell’aria frizzante e nelle lunghe giornate in montagna.

Si sa che i luoghi a cui siamo affezionati, diventano non solo deposito di ricordi, ma entrano a far parte di noi, delle nostre fibre: ci costituiscono come mattoncini della nostra identità.
E per Silvia e Andrea, il Trentino è questo, un luogo fisico ma anche un luogo dell’anima.

Per questo motivo, quando hanno visto i devastanti effetti prodotti dal passaggio di Vaia, durante un viaggio verso le montagne solo qualche giorno dopo l’accaduto, non hanno avuto dubbi. Fra i preparativi per il loro matrimonio, si sono presi l’impegno di trovare un progetto che gli permettesse di collaborare concretamente alla ricostruzione e al ripristino del paesaggio montano a loro così caro.

 

 

 

 

Dopo qualche mese di ricerca, consultazione e valutazioni, hanno scoperto il nostro progetto e non hanno tardato a contattarci. La prima mail di Silvia è stata una bella sorpresa anche per noi! Invece di realizzare delle bomboniere per il loro matrimonio, hanno fatto una donazione a Trentino Tree Agreement, diventando così Custodi del progetto. Hanno comunque voluto condividere questo gesto realizzando insieme a noi una piccola pergamena di spiegazione del progetto che hanno poi consegnato a tutti gli amici invitati a festeggiare con loro.

Nel bosco hanno firmato non solo il loro patto con gli alberi ma anche il loro legame: i loro nomi ora, sono incisi vicini, su una delle targhe esposte sulle ceppaie della Foresta di Paneveggio.