cookie COOKIE Per offrirti una migliore esperienza di navigazione, il sito utilizza dei cookies. Continuando la navigazione nel sito ne autorizzi l'utilizzo.
Vuoi sapere quali cookie sono utilizzati?
Clicca qui per accedere alla cookie policy

FAQ – Domande e risposte

Abbiamo cercato di raccogliere qui di seguito alcune fra le domande che ci vengono poste più frequentemente per cercare di sciogliere molti dubbi sul nascere. Ma ciò non significa che non potrete più inviarci i vostri interrogativi! Noi saremo sempre felici di ricevere un vostro messaggio e di potervi aiutare rispondendovi. Con questa pagina speriamo però di potervi aiutare a comprendere meglio le finalità e gli obiettivi di Trentino Tree Agreement e le procedure del nostro progetto.


Cos’è  Trentino Tree Agreement?
Trentino Tree Agreement è un progetto di sensibilizzazione e comunicazione ambientale ideato, su impulso della Provincia autonoma di Trento, da Trentino Marketing, Dipartimento agricoltura, foreste e difesa del suolo, Agenzia provinciale delle foreste demaniali e MUSE (Museo delle Scienze).

 

Qual è l’obiettivo di Trentino Tree Agreement?
Valorizzare i boschi trentini e ripristinare questo grande patrimonio comune, andato in parte distrutto dalla tempesta Vaia, è l’obiettivo principale del progetto che prevede anche la possibilità di contribuire concretamente con una donazione gestita dalla Provincia autonoma di Trento.

 

Come funziona il progetto e chi può contribuire?
Chiunque voglia, privati o aziende. I boschi hanno bisogno del vostro supporto!
Sei un privato? Clicca qui e apri la pagina per scoprire come sostenere il progetto
Sei un’azienda? Visita la pagina “ossigeno per le aziende”

 

Facendo la donazione sarà possibile sapere dove l’albero verrà piantato e “localizzarlo”?
Trentino Tree Agreement non lega direttamente la donazione ad una singola pianta o gruppo di piante messe a dimora. Il progetto garantisce comunque una tracciabilità sull’area oggetto di rimboschimento grazie anche al contributo della singola donazione, in questo privilegiando il concetto di bosco come “unità collettiva” rispetto alla singola pianta. La distruzione portata da Vaia è stata pesante anche nelle foreste gestite secondo i metodi della selvicoltura naturalistica come quelle del Trentino, la singola piantina potrebbe non arrivare a uno stadio di sviluppo avanzato, potrebbe soccombere, potrebbe essere mangiata nei germogli più soffici dagli ungulati, oppure danneggiata da una nevicata troppo pesante. E non sempre è conveniente o necessario il suo reintegro. Siamo invece sicuri che il bosco nel suo insieme di aspetti ambientali e paesaggistici, si affermerà grazie alla capacità rigenerativa della natura e, nelle aree oggetto di rimboschimento, all’ambiziosa e attenta opera dell’uomo. In queste ultime aree, prima di arrivare alla fase di piantumazione delle piantine, sono spesso necessari, oltre ad interventi di pulizia da rami e ceppaie, costosi interventi di realizzazione di opere di protezione delle piantine dal morso degli animali selvatici, caprioli e cervi in primis. Tali opere consistono prevalentemente nella realizzazione di recinzioni in legno.

Trentino Tree Agreement sottolinea l’importanza del bosco come bene comune, e la rigenerazione di un ambiente naturale ferito, da ripristinare per il bene della vita di tutti.

 

In cosa consiste la visita guidata?
Uno dei reward previsti per le donazioni maggiori di  50 € è la possibilità di partecipare ad una visita guidata nelle foreste sostenute dal progetto, e in particolar modo nella foresta demaniale di Paneveggio. Camminando sarà possibile entrare nella foresta ferita e il movimento si intervallerà a soste per ascoltare il racconto dei forestali, guide d’occasione e premurosi custodi della montagna. Ogni donatore può estendere la partecipazione alla visita guidata ad altre 4 persone.  Per partecipare è sufficiente compilare l’apposito form che verrà inviato tramite link nella mail che ogni donatore, o destinatario di una donazione regalo, riceverà a donazione avvenuta.
Per ulteriori informazioni e aggiornamenti sul calendario visite guidate, clicca qui.

 

Cosa si intende per “targa”?
Le parole scelte dai donatori saranno incise sopra alcune ceppaie presenti nelle foreste interessate dal progetto. Le ceppaie altro non sono che le parti del tronco di quegli alberi che sono stati spezzati dalla tempesta Vaia ma che sono rimasti, tuttavia, ancora radicati nel terreno. In questo modo, la tua donazione si integrerà totalmente all’interno del ciclo naturale della foresta la quale, man mano che passeranno gli anni, saprà custodire ed inglobare in sé, letteralmente, la prova del tuo generoso sostegno.
Per ulteriori informazioni sulle targhe dai un occhio a questa pagina.

 

Posso avere una targa tutta per me?
Questo non è previsto. Lo spazio sulle targhe viene condiviso tra i donatori secondo il principio e il valore della sostenibilità ambientale.

 

Quanti nomi o parole può contenere una targa?
Ogni ceppaia conterrà tanti nomi quanto le dimensioni del tronco lo permetteranno, solitamente una ventina.

 

Quante parole posso far incidere?
Massimo 3 parole. Puoi far incidere un nome e cognome, quello della tua azienda, o quello di una persona cara a cui dedicare la donazione. Puoi associare al nome una data significativa o scegliere di inserire due parole/nomi uniti da congiunzione. Esistono diverse opzioni, l’importante è rispettare il limite massimo di 3 parole (eventuali congiunzioni o date espresse in numeri verranno considerate come una parola).

 

Quando e quante volte all’anno vengono realizzate le targhe?
Per poter ottimizzare i lavori di creazione e di posa, le targhe verranno realizzate e posizionate 3 volte l’anno, e nello specifico nei mesi di aprile, luglio e ottobre. Ciò compatibilmente con le condizioni meteo. In maniera coerente con l’avanzamento dei lavori di ripristino e di riabilitazione del bosco, l’installazione riguarderà inizialmente solo la Foresta di Paneveggio, per poi proseguire in futuro sulle altre aree coinvolte dal progetto, ovvero il Bosco di San Martino e la Foresta di Cadino.

 

Potrò vedere la targa posizionata?
Certamente! Dovrai aspettare che le targhe vengano posizionate (circa 3 volte all’anno viene fatto un aggiornamento con le nuove ceppaie) nel bosco e partecipare ad una nostra visita guidata. Il percorso disegnato dall’escursione prevede una sosta nell’area dedicata alle targhe dei donatori come te.

 

Ho regalato la donazione. Chi riceve la conferma, io o il beneficiario del regalo?
Riceverai una mail contente un link che invierai tu stesso al beneficiario del regalo. Una volta inviato, il destinatario del tuo dono si potrà registrare diventando amico/sostenitore/ambasciatore/custode del progetto. Eventualmente, se previsto dalla donazione regalo, il beneficiario potrà iscriversi direttamente alla visita guidata e comunicarci le parole scelte per l’incisione sulla targa nel bosco.

 

Vorremmo regalare come bomboniera al nostro matrimonio una donazione per sostenere il rimboschimento delle foreste trentine. Come funziona?
Una volta effettuata la donazione potrete inviarci una mail con i vostri nomi e data del matrimonio per predisporre un testo in pdf con il badge di “amico di Trentino Tree Agreement”, che potrete poi stampare autonomamente (preferibilmente su carta riciclata o comunque certificata) e consegnare agli invitati. Vale anche per battesimi e lauree e ogni altra buona occasione felice!
Leggi l’esperienza di Silvia e Andrea

 

Come posso pagare?
È possibile effettuare la donazione attraverso bonifico bancario o attraverso carta di credito. Gli estremi per effettuare il bonifico vi saranno comunicati dopo la promessa di versamento. I pagamenti con carta di credito sono gestiti da www.trentinotreeagreement.it attraverso il sistema PagoPA (per maggiori informazioni https://www.pagopa.gov.it/).

 

Ho appena fatto una donazione al progetto tramite bonifico ma non ho ancora ricevuto una conferma.
Ti chiediamo di pazientare qualche giorno: per verificare il pagamento dobbiamo attendere i tempi delle transazioni bancarie. Non appena ci arriverà la comunicazione di pagamento effettuato, riceverai la conferma via mail.

 

È possibile detrarre dalla dichiarazione dei redditi la donazione fatta?
Dalle verifiche effettuate questa liberalità non trova riscontro nelle tipologie di erogazioni detraibili, ma data la complessità della normativa fiscale nazionale suggeriamo comunque di verificare la possibilità di detrarre il versamento direttamente con il tuo CAF o commercialista. Ti consigliamo per tanto di portarsi appresso la copia del pagamento e copia della mail che riceverai dal nostro sistema.

 

Fino a quando sarà possibile donare?
Il progetto è da considerarsi a lungo termine. I nostri boschi hanno bisogno del tuo supporto!

 

È possibile acquistare del legno recuperato?
A questo link www.legnotrentino.it (progetto gestito dalla Camera di Commercio del Trentino) potrai trovare una sezione dedicata alla vendita di legname e alla filiera solidale certificata (www.legnotrentino.it/it/vendite-legname/). All’interno dello stesso sito, navigando, potrai trovare anche contatti di aziende trentine che aderiscono al progetto di filiera legno.